CONDIZIONATORI

Condizionatori: scopri tutte le tipologie e il loro funzionamento

Strategici per il benessere climatico all'interno dell'abitazione, i climatizzatori sono gli impianti che provvedono alla regolazione termo-idraulica della temperatura, della purezza, dell'umidità e del grado di distribuzione dell'aria. Il tutto per raffrescare e deumidificare l'ambiente interno, trasferendo calore ed umidità all'ambiente esterno. Ecco una breve guida per conoscere i diversi tipi di condizionatori attualmente disponibili e per individuare il modello più in linea con le esigenze di climatizzazione dell'abitazione, anche nella prospettiva del risparmio energetico e della riduzione dei consumi. Oltre che di agevole installazione e manutenzione, il condizionatore si rivela semplice da usare: per un corretto utilizzo è sufficiente impostare la temperatura a due o tre gradi in meno rispetto a quella esterna.

Come funziona un condizionatore?

Il funzionamento di un condizionatore è tanto ingegnoso, quanto semplice. Costituito da un condensatore, un compressore, un evaporatore e una valvola di espansione, un impianto di climatizzazione si presenta come un circuito chiuso percorso da un fluido refrigerante che assume lo stato di liquido o di vapore. Il compressore crea la differenza di pressione che spinge il fluido refrigerante nell'evaporatore dove evapora a bassa pressione assorbendo calore dall'esterno. Il fluido refrigerante viene, quindi, compresso e spinto nel condensatore: qui condensa ad alta pressione rilasciando il calore precedentemente assorbito all'esterno. Va da sé che il refrigerante passa nell'evaporatore dallo stato liquido a quello gassoso, mentre nel condensatore avviene il passaggio dallo stato gassoso a liquido.

Ecco i tipi di condizionatori

Compatto e munito di rotelle per essere spostato da un ambiente all'altro ed indicato per raffrescare una zona circoscritta della casa, il condizionatore portatile emette aria fredda nella stanza, raccoglie la condensa all'interno di un serbatoio ed aspira l'aria calda all'esterno attraverso un tubo flessibile che passa per una finestra. Si parla di condizionatore portatile senza tubo quando si fora il vetro della finestra in modo che il condizionatore, addossato alla parete, espella l'aria direttamente dal foro, evitando dispersioni di aria fredda. Indicati per climatizzare uno o più ambienti e molto silenziosi, i condizionatori fissi possono essere costituiti da un solo elemento interno all'abitazione (monoblocco per evitare l'installazione di unità esterne) oppure da una o più unità interne, connesse a uno o più elementi esterni (split). Ulteriore distinguo è quello tra condizionatori multisplit e monosplit: il condizionatore dualsplit o multisplit dispone di due o più unità di refrigerazione interne collegate ad una unità esterna, mentre il condizionatore monosplit è composto da una singola unità di refrigerazione. Tra le tipologie multisplit, il condizionatore trial split permette di connettere tre unità interne ad un'unità esterna e concretizza la soluzione più adatta per la climatizzazione di tre ambienti differenti. Ulteriore distinzione è quella tra condizionatore a gas e ad acqua. Nel climatizzatore a gas refrigerante, il gas entra in un sistema di ventilazione a circuito chiuso. Nel condizionatore ad acqua, l'acqua entra nel circuito di ventilazione dopo essere stata refrigerata: l'aria condizionata viene diffusa nell'ambiente tramite dei terminali detti fan coil unit.

Alla scoperta dei condizionatori inverter

A differenza dei climatizzatori tradizionali con tecnologia on/off che regolano la temperatura dell'ambiente attraverso l'accensione e lo spegnimento del compressore, i condizionatori inverter lavorano a potenza erogata variabile sulla base della temperatura dell'ambiente da raffrescare o da riscaldare. Questi tipi di condizionatori si connotano per un consumo ottimizzato di energia elettrica, garanzia del massimo comfort con il minimo dispendio energetico. Infatti, il sistema di regolazione continuo della velocità di rotazione del compressore fa sì che venga raggiunta rapidamente la temperatura ambiente desiderata e che tale temperatura si mantenga costante con una buona precisione.

Tipologie di installazione: a parete, a pavimento, a soffitto

Gli impianti di climatizzazione installati a parete permettono di sfruttare al meglio lo spazio degli ambienti condizionati in quanto garanzia del minimo ingombro. L'installazione a pavimento, in genere nel sotto finestra, è particolarmente indicata in stanze dal soffitto basso: l'emissione dell'aria avviene sia in orizzontale, sia in verticale e il flusso d'aria può essere orientato grazie alle lamelle regolabili. L'installazione a soffitto è preferibile in ambienti dalla metratura contenuta e in tutte le situazioni in cui è necessario disporre di spazio libero a pavimento o a parete per potervi collocare mobili ed altri elementi d'arredo.

L'installazione dei condizionatori e la relativa manutenzione

L'installazione di un condizionatore è un'operazione veloce che implica la previa verifica della presenza delle predisposizioni per la messa in opera dell'impianto e l'esecuzione di limitate opere murarie, idrauliche ed elettriche. In fase di montaggio del condizionatore, è fondamentale anche riparare l'elemento esterno dalla luce diretta del sole. Passando alla manutenzione dei condizionatori, tra le operazioni irrinunciabili si annoverano il controllo dei condensatori, del livello del liquido refrigerante e della stabilità dell'appoggio su cui è montato l'elemento esterno, nonché la pulizia dei filtri, dell'unità esterna e di quella interna.

L'uso del condizionatore e l'importanza del risparmio in bolletta

Nel valutare le migliori offerte condizionatori, le prestazioni dell'impianto non possono essere trascurate. Parametri ai quali prestare particolare attenzione sono gli indicatori EER e COP che esprimono il rapporto tra consumo elettrico e resa termica, ossia l'efficienza elettrica di un condizionatore mentre funziona in raffreddamento o in riscaldamento. Per non rinunciare al comfort che deriva dall'uso del condizionatore e per risparmiare in bolletta, VIVIweb Luce è l'offerta a prezzo bloccato per 12 mesi di Vivigas energia con fatturazione su base mensile per tutto l'anno. In più, con questa fornitura utilizzi solo energia proveniente da fonti rinnovabili e, grazie all'app dedicata, gestisci la tua fornitura ovunque tu sia.

Il contenuto è a scopo informativo per cui VIVIgas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.