RISPARMIARE CON ILLUMINAZIONE

Il risparmio energetico domestico e l’illuminazione

L'illuminazione domestica ha un impatto non trascurabile sulla bolletta della luce: almeno il 10% del consumo energetico in casa è da imputare proprio all'illuminazione. Come scegliere l'illuminazione in casa con l'obiettivo di consumare meno energia e di alleggerire la bolletta, senza rinunciare al comfort di un ambiente ben illuminato? Ecco una breve guida per conoscere le diverse tipologie di lampadine e le concrete possibilità di risparmio energetico che ne derivano. Il primo e fondamentale passo da compiere per risparmiare energia in casa è la sostituzione delle lampadine tradizionali con lampadine a basso consumo, garanzia di più luce a parità di energia e di minore calore generato.

La scarsa resa delle lampadine ad incandescenza

Fuori commercio dal 2012 per l'inefficiente rapporto tra la luce emessa e l'energia consumata, le lampadine tradizionali s'illuminano sfruttando l'incandescenza di un filamento attraversato dalla corrente elettrica. Le lampadine a incandescenza si connotavano per l'ottima resa cromatica e il basso costo. Quale rovescio della medaglia, incorporavano una tecnologia del tutto inefficiente: solo il 5% dell'energia spesa veniva trasformata in luce, mentre il restante 95% si disperdeva sotto forma di calore. Modeste sono, anche, la vita media e l'efficienza luminosa di queste lampadine pari, rispettivamente, a 1.000 ore e a 12 lumen/watt per una lampadina da 100 W.

La durata e l’efficienza luminosa delle lampadine alogene

Le lampadine alogene concretizzano la versione evoluta della tecnologia ad incandescenza. Si tratta di un filamento di tungsteno sigillato in un involucro trasparente insieme a un gas inerte e a una piccola quantità di iodio o bromo. Disponibili nella tipologia a tensione di rete che può essere installata senza l'impiego di trasformatori e in quella a bassissima tensione che richiede un trasformatore per il collegamento alla rete, le lampadine assicurano un consumo limitato di energia e si connotano per l'ottima temperatura di colore, per le dimensioni ridotte, per la possibilità di regolare e variare il flusso luminoso, per la valida resa cromatica e per una vita media di 2.000-4.000 ore. Possono essere, tuttavia, utilizzate solo in locali non molto ampi e in ambienti che necessitino di un apporto luminoso limitato.

Lampadine a LED: ecco come ottimizzare l’illuminazione

Le lampadine a LED possono essere considerate a pieno titolo lampadine a risparmio energetico. Composte da semiconduttori che generano la luce, le lampadine a LED permettono di risparmiare, a parità di luce emessa, fino al 90% di elettricità rispetto a una lampadina a incandescenza. Presentano una durata di 50.000-100.000 ore e trasformano in luce il 50% dell'energia ricevuta. Non inquinano, non contengono sostanze pericolose e non comportano costi di manutenzione. L'illuminazione è istantanea, tant'è vero che il massimo livello di luminosità viene raggiunto al momento dell'accensione. Resistente a urti e colpi, questa luce a risparmio energetico può raggiungere un'efficienza luminosa di 120 lumen/watt, si presta ad illuminare ogni spazio domestico e può essere installata a contatto con plastica, legno e altri materiali che temono il calore.

Le lampadine smart: l’ultima frontiera dell’illuminazione

Disponibili nelle forme a bulbo, a candela e a faretto, le lampadine smart, oltre ad incorporare la tecnologia LED, sono in grado di comunicare con altri dispositivi. Possono essere accese e regolate tramite lo smartphone, così come è possibile ricorrere agli assistenti virtuali per controllare queste lampadine intelligenti. Numerosi sono i vantaggi che fanno da cornice all'illuminazione smart, a partire dalla comodità e dalla flessibilità di potere controllare a distanza l'illuminazione, regolando persino la temperatura di colore. Non trascurabile è anche il risparmio in bolletta derivante dall'opportunità di gestire e modulare l'uso della luce in funzione della propria presenza in casa, del momento della giornata e del grado di luminosità desiderato.

Alla scoperta di VIVIweb Luce di VIVIgas energia

Come risparmiare energia elettrica? Il risparmio derivante dall'utilizzo di lampadine a basso consumo per il sistema di illuminazione domestico è fortemente legato alla scelta di una tariffa luce in grado di minimizzare il costo dell'energia elettrica. È il caso di VIVIweb Luce, la conveniente offerta di VIVIgas energia che permette di usufruire del prezzo fisso per 12 mesi e di risparmiare grazie allo sconto sulla materia prima garantito per il primo anno. Per la componente luce utilizzi energia proveniente da fonti rinnovabili e puoi scegliere tra la tariffa monoraria per non avere vincoli di orario e l'opzione bioraria se i consumi sono maggiori di sera o nel fine settimana. La fatturazione mensile via e-mail ti permette di tenere sotto controllo i consumi e con VIVIgas App gestisci senza stress la fornitura. In più, con la copertura assicurativa STAItranquillo proteggi il tuo impianto luce in caso di guasti accidentali e con il programma fedeltà T.V.T.B. hai accesso a extra sconti fino al 50% sulle migliori marche e al cashback sul tuo salvadanaio virtuale.

Il contenuto è a scopo informativo per cui VIVIgas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.