ENERGIA VERDE

Le energie rinnovabili: l'energia del futuro

Il prevedibile e progressivo esaurimento dei combustibili fossili (petrolio, gas e carbone) rende sempre più attuale il tema dell'energia sostenibile, ossia dell'energia verde prodotta da fonti energetiche rinnovabili come il sole, il vento, le risorse idriche, le risorse geotermiche, le maree e il moto ondoso. Queste forme di energia sono rigenerabili nel tempo, immediatamente disponibili, potenzialmente inesauribili e in grado di ridurre le emissioni di CO2. Ecco una breve guida per conoscere la diffusione, in Italia e in Europa, di queste forme di energia da fonti che si rigenerano.

Tutto quello che c'è da sapere sui Certificati Verdi

Posto che sui produttori e sugli importatori di energia elettrica da fonti non rinnovabili grava l'obbligo di immettere in rete una quota annuale minima di energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili, tale obbligo può essere ottemperato immettendo direttamente in rete l'energia da fonti rinnovabili oppure acquistando i Certificati Verdi dai produttori di energia green. Introdotti nel 1997 con il Protocollo di Kyoto e disciplinati in Italia dal decreto del 1999 di liberalizzazione del settore elettrico, tali certificati sono titoli negoziabili che attestano la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Autorizzato al rilascio dei Certificati è il GSE (Gestore dei Servizi Energetici): il rilascio è effettuato entro 30 giorni dalla richiesta e, a seguito della prima emissione, il GSE provvede ad attivare, a nome del produttore, un conto proprietà per il deposito dei certificati stessi.

La diffusione dell'energia verde in Europa

Il cosiddetto "Pacchetto clima-energia 20-20-20" contenuto nella Direttiva numero 209 del 2009 fissa per il 2020 l'obiettivo del 20% di energia proveniente da rinnovabili. Nel 2018, nell'Unione Europea la quota di elettricità prodotta da fonti rinnovabili ha raggiunto il 32,3%. Tra le realtà più virtuose, a sorprendere sono gli Stati del Nord Europa: la quota di rinnovabili sui consumi finali di energia oltrepassa il 54% in Svezia, mentre è compresa tra il 30% e il 40% in Finlandia, in Danimarca e in Lettonia. La strada intrapresa a livello europeo nella direzione della sostenibilità energetica è confermata dalla inesorabile caduta del carbone che, rispetto al livello del 2012, ha registrato nel 2018 un decremento del 30%.

L'impatto ambientale dell'energia sostenibile

Le energie rinnovabili stanno penetrando nel sistema energetico con una sorprendente velocità: l'ascesa delle rinnovabili è da ricondurre ad una serie di fattori. Innanzitutto, le fonti di energia rinnovabili non sono responsabili dell'emissione in atmosfera di anidride carbonica, una tra le principali cause del riscaldamento globale e dell'effetto serra. A titolo d'esempio, a parità di energia prodotta e posta a confronto con una centrale a carbone, una centrale idroelettrica che genera 6 GWh riduce ogni anno le emissioni di anidride carbonica di 4.000 tonnellate. Inoltre, le rinnovabili attenuano la dipendenza da fornitori esteri, aumentano lo sviluppo economico e l'occupazione.

VIVIweb luce e gas: la tariffa che conviene a te e all’ambiente!

Se cerchi un'offerta che conviene sia a te che all'ambiente che ci circonda (l'energia elettrica è 100% green), passa a VIVIweb luce e gas. Puoi scegliere l'opzione monoraria se vuoi utilizzare i tuoi elettrodomestici senza preoccuparti degli orari, oppure, la tariffa bioraria che ti permette di massimizzare il risparmio in caso di utilizzo di energia prettamente serale e durante il weekend. Grazie all’opzione “prezzo bloccato” puoi inoltre acquistare l’energia al miglior prezzo del momento e mantenere la stessa tariffa per i primi 12 mesi del tuo contratto.

Il contenuto è a scopo informativo per cui VIVIgas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.