PANNELLI RADIANTI

I pannelli radianti per risparmiare in bolletta e avere una casa sempre calda

Soluzione per il riscaldamento alternativa ai tradizionali termosifoni, i pannelli radianti permettono di avere un'ottimale e uniforme temperatura grazie ad un'attenta distribuzione del calore. Si tratta di un ingegnoso sistema costituito da tubazioni presenti al di sotto del pavimento in cui l'acqua calda circola a bassa temperatura (di norma tra i 30 e i 40 gradi) e diffonde il calore in tutto l'ambiente circostante secondo il principio dell'irraggiamento a pavimento. A differenza dei sistemi di riscaldamento tradizionali che tendono a concentrare il calore nelle zone più vicine alla fonte di emissione, l'impianto radiante trasmette il calore omogeneamente da terra al soffitto con un conseguente incremento del benessere termico e una significativa riduzione degli sprechi. Ecco una breve guida per capire il funzionamento del sistema radiante e per conoscere i numerosi vantaggi che fanno da cornice all'installazione dei pannelli radianti.

Riscaldamento radiante: ecco come funziona

Il riscaldamento radiante si basa su una serie di tubazioni (con uno spessore di circa 2 o 3 mm., resistenti allo schiacciamento ed alla corrosione, in polietilene o in metallo e plastica) disposte a spirale oppure a serpentina. Tali tubazioni confluiscono in un collettore che provvede a distribuire il fluido termovettore alle varie sezioni dell'impianto, regolando l'apertura e la chiusura del flusso d'acqua calda dalla caldaia alle tubazioni. Mentre le tubazioni sono posizionate ad una certa profondità, uno strato di materiale isolante viene collocato a stretto contatto con la soletta al fine di limitare le dispersioni verso gli ambienti esterni. Risultando compatibile con flussi di acqua refrigerata, questo sistema di riscaldamento può anche convertirsi in un impianto di raffrescamento.

Meglio un pannello radiante a pavimento, a soffitto, a parete o a battiscopa?

Esistono diverse tipologie di pannelli radianti. L'impianto radiante a pavimento concretizza il sistema più diffuso: viene installato sopra il massetto, su una soletta portante isolante. Per evitare il rifacimento della pavimentazione, esistono anche sistemi con tubi molto sottili che possono essere poggiati sul pavimento con l'ausilio di un materiale auto-livellante che ricopre l'intero rivestimento. L'impianto radiante a soffitto in particolare offre il vantaggio di raggiungere molto velocemente la temperatura d'esercizio e si rivela meno costoso di quello a pavimento: per la posa in opera dei pannelli radianti a soffitto sono utilizzati moduli già assemblati da installare nel contro-soffitto. Il riscaldamento a battiscopa si sviluppa lungo le pareti perimetrali dell'abitazione, sfruttando lo spazio del battiscopa al cui interno sono inserite piccole serpentine. Questo sistema presenta il vantaggio di far scorrere poca acqua: ciò si traduce in un minor dispendio di energia per mantenere la temperatura di esercizio. I pannelli radianti a parete richiedono la posa in opera di una contro-parete: il riscaldamento radiante a parete è indicato quando la superficie calpestabile non è abbastanza estesa per sfruttare le più ampie superfici laterali. Grazie alla bassa inerzia termica dell'intonaco (rispetto a quella del massetto del pavimento), la parete irradia calore più velocemente, con una distribuzione uniforme su tutta l'altezza della stanza.

I vantaggi del riscaldamento a pavimento: pro e contro a confronto

I pannelli radianti a basso consumo consentono il più razionale utilizzo dello spazio disponibile, non pongono limiti alla libertà d'arredo ed evitano la formazione di condensa interna. Dal punto di vista dei consumi, il riscaldamento a pavimento contribuisce in modo significativo al risparmio energetico con una riduzione delle spese in bolletta fino al 30%. La diffusione omogenea del calore dal pavimento permette infatti di avere in tutte le stanze una temperatura ottimale e, al contempo, di risparmiare sul riscaldamento. Non trascurabile è, poi, la possibilità di collegare l'impianto radiante ad altri sistemi sostenibili come pannelli solari, caldaie a condensazione e pompe di calore. Quale rovescio della medaglia, rispetto ai tradizionali termosifoni, i costi di realizzazione dell'impianto sono più alti e, in caso di guasti alle tubazioni, è necessario rimuovere il pavimento o intervenire sulla parete. Questo sistema di riscaldamento non può essere acceso e spento ad intermittenza: affinché l'ambiente si riscaldi, va tenuto acceso almeno per un giorno e, raggiunta la temperatura desiderata, va mantenuto in funzione senza interruzioni.

Costo pannelli radianti: cosa c’è da sapere

Sebbene siano ammortizzabili in breve tempo grazie al risparmio in bolletta, i costi di installazione dei pannelli radianti non sono certo trascurabili. Si stima una spesa tra il 30% e il 50% superiore rispetto a quella di realizzazione degli impianti tradizionali. Il maggiore esborso è da imputare anche alla progettazione di questi impianti che non può prescindere dalla valutazione delle dispersioni termiche dei locali e dalla conoscenza dettagliata degli elementi costruttivi relativi ai pavimenti e alle solette. Va, però, detto che la realizzazione dell'impianto permette di beneficiare di importanti detrazioni fiscali. In caso di installazione dell'impianto nel quadro di un intervento di manutenzione straordinaria, è possibile accedere alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie del 50%, mentre l'agevolazione fiscale per lavori di efficientamento energetico del 65% è fruibile se l'impianto a pavimento viene installato insieme ad una caldaia a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A e a sistemi di termoregolazione evoluti.

Risparmiare sul riscaldamento con l’offerta dual VIVIweb LuceGas di VIVIgas energia

VIVIweb LuceGas è la conveniente offerta dual di VIVIgas energia che permette di risparmiare grazie allo sconto sulla materia prima accordato per il primo anno. L'offerta, inoltre, ti permette di usufruire del prezzo fisso per 12 mesi alle migliori condizioni di mercato al momento della sottoscrizione. Per la componente luce utilizzi energia proveniente da fonti rinnovabili e puoi scegliere, in funzione delle tue abitudini di consumo, tra tariffa monoraria e opzione bioraria. L'App VIVigas ti consente di gestire comodamente la fornitura. Il programma T.V.T.B. premia la tua fedeltà con extra-sconti e cashback. La polizza assicurativa STAItranquillo protegge l'impianto luce e gas in caso di guasti accidentali. Il tutto con la comodità di un'unica fattura mensile per tenere sotto controllo tutti i tuoi consumi.

Il contenuto è a scopo informativo per cui VIVIgas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.