VOLTURA LUCE E GAS

Voltura delle utenze: cos'è e quando serve

Da non confondere con il subentro, la voltura consiste nel cambio di intestazione del contratto relativo ad un'utenza ancora attiva e non comporta interruzioni nel servizio di fornitura dell'energia o del gas. In caso di trasloco in una nuova abitazione e in presenza di un contatore e di un contratto di fornitura attivo, il nuovo proprietario o inquilino richiede, con questa operazione, il cambio dell'intestazione del punto di fornitura situato presso l'immobile. La differenza tra voltura e subentro va ricercata nel fatto che, in caso di subentro, si richiede la riattivazione di un contatore che è stato chiuso a seguito della cessazione del contratto di fornitura.

Ecco una breve guida per conoscere modalità, costi e tempi di questa procedura.

In cosa consiste la voltura luce?

La voltura della luce permette di cambiare l'intestazione di un contratto dell’energia elettrica attivo, senza interruzioni nell'erogazione della corrente elettrica. Le uniche variazioni intervengono a livello amministrativo, come conseguenza della modifica del titolare della fornitura. Ai fini del cambio d'intestazione, occorre comunicare i dati del nuovo e del vecchio intestatario, i dati dell’immobile ed il codice POD, ossia il codice riportato sulla bolletta o sul display del contatore che identifica in modo univoco il punto di prelievo della corrente.

E in cosa consiste la voltura gas?

La voltura del gas permette di trasferire un contratto di fornitura del gas da un intestatario a un altro con la garanzia della continuità dell'erogazione del servizio. Per avviare la procedura è necessario comunicare i dati del nuovo e del vecchio intestatario, i dati dell’immobile e il codice PDR, ossia il codice riportato in bolletta tra i dati di fornitura che individua il punto geografico sul territorio nazionale in cui il gas viene prelevato dall'utente finale. Tanto per il gas, quanto per la luce, il cambio di intestazione è effettuato in caso di acquisto di un immobile o di trasferimento della residenza. In caso di morte dell'intestatario del contratto, la voltura per decesso (mortis causa) permette di trasferire l'intestazione delle bollette ad uno degli eredi.

Quello che c’è da sapere sul costo della voltura

Il costo della voltura varia a seconda del mercato di riferimento. Nel mercato tutelato, i costi sono fissati dall'ARERA. La voltura nel Servizio Elettrico Nazionale comporta il pagamento di 25,81 euro (più IVA) per oneri amministrativi, di 23 euro (più IVA) a titolo di contributo fisso e di 16 euro per l'imposta di bollo. Nel mercato libero, rimane immutato l'ammontare degli oneri amministrativi. La quota di servizio è stabilita a discrezione del fornitore che, peraltro, può richiedere di pagare l'imposta di bollo di 16 euro e il versamento di un deposito cauzionale. Per quanto riguarda il gas, se l'utenza è attiva nel mercato tutelato, il nuovo intestatario deve farsi carico dei costi amministrativi che variano a seconda del distributore locale. Se l'utenza è attiva nel mercato libero, invece, devono essere pagati i costi amministrativi destinati al distributore e i costi per la gestione della pratica da parte del fornitore.

Ecco i tempi della voltura delle bollette

I tempi tecnici per effettuare il cambio di intestazione sono piuttosto rapidi: quattro giorni lavorativi, decorrenti dalla richiesta. Infatti, entro due giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta, il fornitore effettua le comunicazioni necessarie per registrare l'attivazione contrattuale presso il distributore. Saranno, poi, necessari due ulteriori giorni lavorativi dall'invio della pratica per registrare la voltura. Come fare la voltura? È sufficiente compilare correttamente il modulo per la voltura e avere a portata di mano il codice fiscale e la copia del documento d'identità del nuovo intestatario, il contratto di acquisto o di affitto dell'immobile (o altro documento che attesti la legittimità della richiesta), l'ultima lettura del contatore e il domicilio del vecchio proprietario.

Le offerte luce e gas di VIVIgas energia

Con oltre 300.000 clienti e sempre più Punti Vendita sul territorio, VIVIgas energia risponde con trasparenza e competenza alle esigenze di consumo energetico dei clienti domestici, condomini, piccole imprese e grandi aziende. Dalle tariffe a prezzo fisso a quelle a prezzo variabile, passando per le offerte che garantiscono una fornitura di energia verde, avrai la possibilità di scegliere tra la tariffa monoraria e bioraria per contenere i tuoi costi in bolletta. Le offerte di VIVIgas sono in grado di soddisfare tutte le esigenze con tante soluzioni convenienti ed efficienti su misura e il numero verde disponibile da lunedì a sabato, dalle 8 alle 22. Infine, scegliere VIVIgas energia significa avere a disposizione il programma fedeltà T.V.T.B. che offre extra sconti ai propri clienti, VIVIgas App con la quale potrai gestire comodamente la tua fornitura e grazie al servizio online Prontoweb la tua bolletta non avrà più segreti.

Il contenuto è a scopo informativo per cui VIVIgas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.
0